pavimentazioni

Pavimentazioni per piscine interrate: quale scegliere?

La pavimentazione di una piscina è importante tanto quanto il rivestimento o gli impianti di filtrazione. È il posto dove posizionerai sdrai ed elementi d’arredo, deve armonizzarsi bene con il modello di piscina acquistato e aggiungere valore estetico alla struttura.

Ma come si sceglie la pavimentazione per l’area solarium? Cosa bisogna tenere a mente e quali sono le linee che Rete Piscine mette a disposizione?

Ecco qualche suggerimento utile.

Sicurezza e bellezza: il giusto mix per una pavimentazione accogliente

Quando pensi alla tua area solarium, prima di concentrarti sulla resa estetica, assicurati di ricreare un ambiente accogliente e confortevole.

La prima cosa su cui devi concentrarti è la sicurezza: crea un luogo dove sia facile camminare e che non vi sia il pericolo di scivolare, soprattutto se la piscina verrà utilizzata anche da bambini e anziani. Scegli, poi, una pavimentazione atermica, che non si surriscalda quando il sole splende, ti eviterai un bel po’ di scottature alla pianta del piede.

Altri due fattori da considerare? Resistenza e pulizia. La  zona solarium deve essere performante e non cedere quando le temperature cambiano bruscamente o entrano a contatto con agenti chimici. A sua volta, deve pulirsi in modo semplice e veloce, il rischio altrimenti è quello di trascinare in acqua sporcizia e pulviscoli che si depositano sulle piastrelle.

Con le pavimentazioni di Rete Piscine puoi stare tranquillo, le nostre linee per il solarium si contraddistinguono perché sono tutte:

  • antiscivolo
  • antisdrucciolo
  • atermiche
  • resistenti agli sbalzi di temperatura
  • resistenti ai raggi UV
  • facilmente lavabili

Bene, ora che hai ben chiari tutti gli aspetti legati a sicurezza e confort, possiamo passare agli elementi estetici. Ecco una breve carrellata dei tipi di pavimentazione che Rete Piscine ti mette a disposizione.

La linea Sahara

Classica e minimale, la linea Sahara è perfetta se cerchi una soluzione che non stufa e che si modelli alla perfezione al contesto in cui andrà inserita. Ambienti rustici, giardini eleganti, edifici pubblici, non fa differenza: grazie ai materiali utilizzati la linea Sahara garantisce una resa ottimale in qualsiasi luogo verrà installata.

Realizzata in pietra ricostruita, basta aggiungere un legante pigmentato alla miscela di polvere di pietra per ottenere effetti diversi. Roccia, marmo, finto legno: non hai che l’imbarazzo della scelta.

La linea Appia Antica

La linea Appia Antica è anch’essa realizzata in pietra ricostruita, resistente allo scorrere del tempo e ultra performante. Questo tipo di pavimentazione è perfetta per alcuni tipi di ambienti, quelli più eleganti e raffinati.

Con la linea Appia Antica ti sembrerà di fare un salto indietro nel tempo: il risultato della pavimentazione, l’effetto della pavimentazione, infatti, ricorda molto le costruzioni usurate dell’antica Roma. Per fare un bel tuffo nel passato.

La linea Ardoise

Pavimentazione più decisa, che simula nel dettaglio la pietra grezza di ardesia, catturando ogni luce ed ombra per dare alla tua piscina un tocco magico.

La linea Louisiane

Ti piacciono le pavimentazioni in legno ma temi che l’umidità e l’acqua vadano a rovinare la zona solarium? Nessun problema, con la linea Louisiane non avrai nulla di cui preoccuparti.

Questa pavimentazione riproduce quadrotti di legno in modo così fedele, che anche i falegnami più esperti potranno avere qualche dubbio. Ideale per rendere la tua area relax più accogliente e calorosa.

Chiedi un preventivo

Ti servono maggiori informazioni sui nostri modelli di pavimentazioni per dare un tocco in più alla tua piscina? Hai bisogno di assistenza per un acquisto sicuro ed intelligente? Chiedi ai nostri concessionari!

Ristruttura la tua piscina, conviene!

Contemporanea_Goccia_x (3)

La tua piscina ha ormai qualche anno, i segni del tempo iniziano a farsi vedere e tutte le volte che sei lì in acqua pensi: “prima o poi la cambio”. Queste considerazioni sono collegate al fatto che le tecnologie del tuo impianto sono ormai superate, i consumi elevati, i componenti vecchiotti. Che fare allora? Rompere il salvadanaio e cambiare piscina?

Ma no! Invece di una nuova piscina, puoi progettare il restyling di quella vecchia. Ristrutturare una piscina ti consente di migliorare quello che già hai, intervenendo su quello che non funziona o potrebbe funzionare meglio. E poi, sono state prorogate per tutto il 2017 le detrazioni Irpef sulle ristrutturazioni, una bella opportunità da non lasciarsi scappare. Vediamo meglio che cosa significa ristrutturare una piscina e come funzionano le agevolazioni statali.

Una piscina più bella, più funzionale, più performante

Su un impianto datato si può intervenire in molti modi: ad esempio se le linee e la forma non ci soddisfa più, se c’è qualche elemento che incide sulla bolletta in modo importante, se c’è qualcosa di rotto e vecchio da sostituire. La ristrutturazione di una piscina può interessare diverse sfaccettature, come:

  • l’estetica: che comprende tutti gli interventi che servono per dare un nuovo look all’impianto, per esempio rivestimenti, bordi, pavimentazioni. In questa categoria rientrano anche l’installazione di nuovi accessori per il benessere e giochi d’acqua dedicati al divertimento;
  • la funzionalità: e cioè tutte quelle operazioni che aiutano a migliorare le prestazioni della piscina e l’efficienza dei consumi. Ad esempio possono essere installate delle luci a led per tagliare i costi in bolletta, sostituire la pompa dell’acqua con una più performante, montare un impianto di riscaldamento nuovo di zecca.
  • l’impiantistica: che riguarda la sostituzione o il rinnovo di tutti i componenti obsoleti della piscina, come gli skimmer, le bocchette, l’impianto di filtrazione e tubazioni varie.

Detrazioni fiscali per tutto il 2017

Deciso a ristrutturare la piscina? Bene, ottima scelta. I vantaggi non sono finiti qui: ristrutturare conviene!

Per tutto il 2017, infatti, sono state prorogate anche per le piscine le detrazioni Irpef dedicate alle ristrutturazioni edilizie. Tradotto in soldoni: quello che spenderai per i lavori di ristrutturazione ti verrà rimborsato al 50% nel giro di 10 anni. La detrazione vale sia sui lavori eseguiti per piscine residenziali che pubbliche. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate trovi il testo della normativa e quello che bisogna fare per avere le detrazioni.

Servono nuovi permessi per dare inizio ai lavori? In linea generale no, il nostro consiglio però è quello di informarsi presso il proprio Comune di residenza per evitare rallentamenti ai lavori o spiacevoli equivoci.

Affidati a Rete Piscine

La ristrutturazione di una piscina fatta come si deve ha bisogno di un progetto mirato di un gruppo di professionisti, capaci di seguirti in ogni dettaglio per dare nuova vita al tuo impianto, senza impegnarti in un nuovo acquisto.

Noi di Rete Piscine siamo al tuo fianco e pronti ad aiutarti. Per maggiori informazioni sui nostri servizi di ristrutturazione, contattaci per un preventivo.

I migliori accessori per piscina per il 2017

IMG_2495_renamed_14607Approfitta della messa a riposo della piscina per scegliere qualche nuovo accessorio per rendere il tuo impianto ancora più funzionale.

Non serve mettere in campo cifre stellari, basta un piccolo investimento per arricchire la tua piscina e regalarti tutto il comfort di cui hai bisogno.

Ecco i consigli di Rete Piscine sui tre accessori per piscina che non dovranno mancare il prossimo anno.

Idromassaggio, per concedersi qualche coccola in acqua

Aggiungere l’idromassaggio nella piscina di casa è un vantaggio non sa poco: potrai goderti momenti di relax e benessere tutte le volte che vorrai. I grandi potranno distendere i muscoli, riattivare la circolazione, eliminare lo stress, mentre i bambini si divertiranno a giocare con le bolle d’acqua.

Se stai pensando di costruire una piscina ex-novo, riserva uno spazio per l’idromassaggio, se hai già una piscina installata, bisogna valutare insieme il posto migliore in cui posizionarlo.

Trampolino, per tuffarsi in libertà

In casa la voglia di divertimento non manca? Allora scegli un trampolino, per fare gare di tuffi e giocare in acqua nei momenti liberi. Puoi installare un trampolino in piscina se la tua struttura è profonda almeno 2,5-3 metri, nella scelta fai attenzione a:

  • Forma. Dalla semplice pedana rettangolare ai modelli arcuati o a onda. Tutte le pedane sono rivestite con materiale antiscivolo o antisdrucciolo, per evitare spiacevoli cadute.
  • Materiali. I trampolini vengono realizzati in materiali diversi, il più diffuso è il vetroresina, che coniuga leggerezza e robustezza, ed è resistente agli agenti atmosferici.
  • Fissaggio. Il trampolino può essere fissato a supporti fissi o a colonne regolabili in acciaio inox oppure direttamente sulla pavimentazione senza l’uso di supporti.

Luci a led, per una piscina elegante

Illuminare la piscina e ricreare atmosfere scenografiche è un’ottima scelta se ti piace lasciare il segno. Usa per la tua piscina i fari a led, versatili, performanti e che attenti ai consumi energetici.

Facciamo un esempio: se scegli un modello ad alto rendimento in classe energy saving, il faro dura da 50 a 100 volte di più rispetto ad uno tradizionale ad incandescenza. Senza contare il risparmio, fino all’80-90% di consumi ridotti se paragonati ai sistemi d’illuminazione classici.

Senza considerare che potrai programmare e gestire tutto da remoto, attraverso un telecomando o un sistema domotico.

Cerchi qualcosa di diverso?

Questi sono solo alcuni accessori che potrai aggiungere alla tua piscina, ma dai nostri concessionari potrai trovare molto altro per rendere la tua struttura ancora più bella. Contatta il rivenditore Rete Piscine più vicino a te per avere più informazioni e scegliere l’accessorio che ti aiuta a dare alla tua piscina un tocco più personale.

 

entrata-spiaggia-piscina

Allungare la stagione dei bagni con la pompa di calore

BUSATTA_ De Andrè 1999 (2)

Sapevi che, anche se le condizioni meteorologiche non sono favorevoli, puoi comunque continuare ad usare la piscina? Proprio così: basta attrezzarsi con una pompa di calore per godersi il piacere di stare a mollo in acqua anche quando le temperature scendono.

Nel nostro post di oggi ti spieghiamo i vantaggi di acquistare un sistema di riscaldamento per la piscina e cosa ti serve sapere prima di fare l’acquisto.

Come funziona il sistema di riscaldamento per piscina

Il sistema di riscaldamento per piscina è formato da una pompa di calore che ha il compito di catturare le calorie presenti nell’aria e di rilasciarle in acqua, facendo aumentare la temperatura dell’impianto.

Il rendimento energetico si misura con il coefficiente di prestazione (COP), e rappresenta il rapporto tra la quantità di calore prodotto e l’energia usata.

Le caratteristiche di una pompa di calore? Eccole:

  • potrai usare la piscina più a lungo, anche quando inizia a fare freddo;
  • l’aumento della temperatura è graduale ed eviti gli sbalzi termici;
  • i modelli più nuovi hanno una bassa rumorosità, grazie alla ventola che varia in base all’attività del dispositivo;
  • quando fa più caldo, la pompa ottimizza le prestazioni sfruttando le condizioni climatiche esterne.

Prima di comprare fai fare un bilancio termico

Le pompe di calore in commercio sono tantissime e, per evitare di ritrovarti con un accessorio sbagliato, ti consigliamo di contattare un concessionario di Rete Piscine per fare quello che si chiama il bilancio termico.

È un po’ come fare un controllo sulle caratteristiche della piscina per poter individuare il dispositivo che meglio si adatta all’impianto. I parametri che vengono presi in considerazione sono:

  • le dimensioni della piscina
  • il tipo di copertura usata
  • la tipologia di piscina
  • il posizionamento della piscina nel giardino
  • l’area geografica di residenza ed il suo relativo clima
  • le ore di esposizione al sole
  • l’esposizione ai venti

Una volta fatto il bilancio termico, il tecnico ti consiglierà la pompa di calore perfetta per te, tenendo presente il rapporto qualità prezzo ed eventuali altre esigenze da parte tua.

Le pompe di calore sono disponibili in diverse forme e fasce di prezzo, quando fai la tua scelta ricordati di controllare le funzionalità, le prestazioni, il design e la rumorosità.

Un modello con prestazioni migliori, ad esempio, potrebbe avere un costo più alto, ma nel tempo, ti permetterà di ridurre le spese di gestione.

Il consiglio in più

Se hai intenzione di comprare un sistema di riscaldamento per la piscina, assicurati prima di avere, tra i tuoi accessori, una buona copertura, che ti aiuta a limitare al minimo la potenza e l’utilizzo della pompa.

Pronto ad allungare la stagione dei bagni? Per qualsiasi dubbio o per acquistare il sistema di riscaldamento più adatto contattaci, siamo qui per aiutarti.

Come si utilizza la scopa aspira fango nelle piscine interrate

MANO VAC AMB

Ogni giorno nelle piscine interrate esterne cadono detriti e sporcizia. È inevitabile, basta una folata di vento, una foglia secca o qualche insetto per inquinare l’acqua. La pulizia della struttura è fondamentale, quindi, per mantenere una corretta igiene. Ma se pulire la superficie con il retino o filtrare l’acqua sono attività semplici e veloci, pulire il fondo vasca è tutta un’altra cosa.

Tuttavia è proprio sul rivestimento interno che si accumulano i detriti che spesso sono invisibili ad occhio nudo. Se non vengono rimossi in tempo, creano incrostazioni e favoriscono la proliferazione delle alghe. Per eliminare in ogni momento la sporcizia dal fondo della piscina, la scopa aspira fango è un accessorio indispensabile. Ideale, soprattutto, quando la vasca è particolarmente sporca, dopo l’inverno o dopo un forte temporale estivo.

La scopa aspira fango: un prezioso alleato

Si tratta di un accessorio semplice ma davvero efficace composto da un manico telescopico, una canna galleggiante e una spazzola aspira fango.

Il funzionamento è lo stesso di quello dell’aspirapolvere che usi per pulire casa, solo che, invece di scaricare nel sacchetto, la scopa aspira fango scarica nel filtro dell’impianto. Per questo ogni volta che hai finito di utilizzarla, devi avere cura di ripulire il filtro.

L’uso è elementare: si collega il tubo galleggiante al manico telescopico e si immerge nell’acqua. L’altra estremità del tubo, deve essere collegata allo skimmer o in alternativa all’apposito attacco. Prima di iniziare, devi accertarti che dal tubo galleggiante sia uscita tutta l’aria altrimenti la scopa non aspira. Puoi regolare la potenza della scopa chiudendo gli skimmer che non sono collegati al tubo.

Per la pulizia, procedi lentamente, passando la scopa su tutto il fondo della piscina senza saltare nessuna porzione di superficie. È un lavoro che richiede un po’ di tempo e pazienza ma che in compenso dà ottimi risultati.

Scopa aspira fango: consigli per un utilizzo più efficace

Ecco alcuni consigli pratici per utilizzare in modo più veloce ed efficiente la scopa aspira fango.

  • Ricordati di svuotare tutta l’aria dalla canna galleggiante prima di cominciare la pulizia della piscina. Se l’aria dovesse entrare in un secondo momento, provvedi a rimuoverla lasciando che la canna si riempia di acqua.
  • Non dimenticarti di lavare i filtri e i prefiltri una volta finito il lavoro di pulizia del fondo vasca. La scopa scarica nell’impianto di filtrazione tutti i detriti, è quindi importante provvedere a un controlavaggio.
  • Quando in piscina sono entrati molti detriti non usare i robot automatici, che si intasano subito, ma provvedi a rimuovere il grosso con la scopa.
  • Non andare veloce e non avere fretta: i movimenti devono essere lenti per dare il tempo alla spazzola di aspirare ogni particella di sporco depositata sul fondo della struttura.
  • Se vuoi aumentare la potenza della scopa, ricordati di chiudere gli skimmer a cui non è collegato il tubo galleggiante.

La scopa aspira fango è un accessorio facile da usare e molto utile per tenere pulito il fondo della piscina. Se desideri maggiori informazioni, contatta il rivenditore Rete Piscine più vicino a te.

fuoriterra in legno

Piscine fuoriterra in legno: perché sì

fuoriterra in legno

La piscina fuoriterra in legno è un’alternativa elegante e pratica all’impianto interrato. Ideale per chi da sempre desidera una struttura di grande impatto estetico e funzionalità ma, allo stesso tempo, non può o non vuole una soluzione definitiva.

Le piscine fuoriterra: comodità e bellezza

Non tutti possono installare una piscina interrata nel loro giardino di casa. Le motivazioni possono essere diverse, c’è chi non ha abbastanza spazio e chi vive in affitto. Un impianto interrato, poi, richiede manutenzione e tempo per la gestione, lavori edili per la realizzazione, nonché numerosi permessi e autorizzazioni. Al contrario, una piscina fuoriterra non necessita di scavi, né di permessi: è facile da montare e all’occorrenza può essere smontata in modo veloce e pratico.

Fino a qualche hanno fa queste strutture venivano considerate impianti di serie b. Chi non poteva installare una piscina in cemento, allora optava per l’alternativa più economica e meno impegnativa. Tuttavia le cose sono cambiate. Le moderne piscine fuoriterra sono realizzate con materiali di prima scelta, curate nel design e nelle rifiniture, resistenti e di grande impatto estetico.

Le piscine fuoriterra in legno: eleganza e semplicità

Le strutture in legno hanno la caratteristica di essere eleganti e raffinate. Si adattano ad ogni ambiente ed entrano subito in sintonia con esso. Sono perfette se ci tieni a creare un angolo rilassante e gradevole e unico nel tuo giardino o all’interno della tua abitazione.

Se temi che il legno sia troppo delicato da mantenere e ti possa procurare del lavoro extra, non preoccuparti. Si tratta di un materiale trattato apposta per resistere all’azione dell’acqua e degli agenti chimici, nonché ai raggi UV e ai parassiti. Una soluzione comoda e facile da tenere.

Hai a disposizione un’ampia scelta, ci sono numerosi modelli che si possono personalizzare per forma e dimensione, così creare un luogo su misura e confortevole diventa un gioco da ragazzi.

Quali sono i vantaggi di una piscina fuoriterra in legno?

Sono tanti i motivi per cui sarai soddisfatto del tuo acquisto:

  • Se non vuoi effettuare scavi perché disponi di poco spazio, oppure non hai il terreno adatto ad installare un impianto interrato.
  • Se non desideri una soluzione definitiva perché vivi in affitto o semplicemente non hai voglia di affrontare i lavori di cantiere.
  • Se vuoi una soluzione pratica da montare, e all’occorrenza da smontare.
  • Se cerchi una struttura elegante ma anche funzionale adatta al tuo relax e al divertimento dei più piccoli.
  • Se desideri un impianto su misura. Esistono diversi modelli in legno: puoi scegliere la forma e la dimensione che preferisci, personalizzare il rivestimento interno con il colore che si intona di più ai tuoi gusti e aggiungere accessori per renderla ancora più confortevole.

Insomma la piscina fuoriterra in legno è un’alternativa di qualità a una struttura interrata, che aggiunge valore alla tua casa conservando intatta la sua bellezza negli anni. Se desideri maggiori informazioni, contatta il concessionario Rete Piscine più vicino a te.

,

Idee in relax: minipiscine per grandi e piccini

Janette ambientata 2

Medici ed esperti lo ribadiscono: staccare dal lavoro è importante. Dedicare un po’ di tempo al benessere del corpo è utile non solo al nostro fisico ma anche alla nostra mente. Ecco perché vale la pena di creare un angolo di pace e relax proprio a casa tua, così potrai usufruirne quando e come vuoi. Con una minipiscina è facile e comodo. In una sola mossa hai a disposizione un impianto, un idromassaggio e le luci apposta per la cromoterapia.

I benefici dell’idroterapia

L’idroterapia è molto diffusa nei trattamenti riabilitativi e in ambito medico. Negli ultimi anni, poi, anche le spa e i centri benessere hanno introdotto le pratiche idroterapiche nei loro percorsi relax. Ma quali sono i reali benefici dell’idromassaggio o della cromoterapia unità all’influsso dell’acqua?

  • Rilassare e allontanare lo stress. Dedicare del tempo a se stessi e riuscire a staccare dalla mail, dal telefono e dal pc ha un influsso positivo sul nostro livello di ansia. Serve a contenere lo stress e a migliorare l’umore.
  • Sciogliere i nodi e le tensioni muscolari. L’acqua ha un effetto calmante e se unita al getto dell’idromassaggio è un vero toccasana per la muscolatura. Soprattutto per chi trascorre tante ore seduto alla scrivania davanti al computer. I dolori da cattiva postura sono molto diffusi e poco curati e alla lunga si trasformano in fastidi cronici.
  • Stimolare la circolazione e il drenaggio dei liquidi. L’idroterapia è consigliata a chi soffre di ritenzione idrica o gambe gonfie. Ma fa bene a tutti concedersi un idromassaggio per rassodare le zone più sensibili. Dopo una giornata faticosa ti farà sentire sollevato e leggero.

Infine, i colori riequilibrano l’organismo. La cromoterapia oltre ad essere rilassante, viene impiegata dagli esperti in alcune terapie. A quanto pare è utile per calmare stati emotivi fuori controllo, trovare la giusta serenità e quiete.

La minipiscina per grandi e piccini

Senza dubbio la minipiscina è una soluzione comoda e pratica, in particolare per chi non ha molto spazio a disposizione, ma non vuole rinunciare al piacere di un bagno. I più piccoli possono comunque giocare e i più grandi possono godersi un rilassante massaggio grazie alle comode sedute anatomiche. Queste strutture sono pensate apposta per ospitare più persone contemporaneamente. Ideali per chi ama trascorrere del tempo in famiglia o con gli amici, anche da soli sono comunque impareggiabili. Si tratta di piccoli impianti, dotati di sistema di ricircolo e di filtraggio, questo permette una certa autonomia nella gestione e non richiede di svuotare l’acqua ogni volta che vengono utilizzati. Inoltre necessitano di meno manutenzione rispetto ad una piscina di dimensioni standard. Sono quindi facili da tenere.

Un altro aspetto che rende le minipiscine pratiche è il fatto che possono essere montate quasi ovunque, grazie ad uno speciale tappeto di cui sono provviste che livella la struttura e la isola dal terreno. Possono essere installate dentro o fuori ma anche in veranda, si adattano bene in ogni spazio rendendolo unico.

La minipiscina è la soluzione perfetta per chi desidera creare un angolo personale in casa dedicato al relax. Con un piccolo investimento farai felice tutta la famiglia e aggiungerai valore alla tua abitazione.

Hai già scelto la copertura invernale per la piscina?

copertura invernale piscina

In estate e soprattutto in inverno, la copertura è un prezioso alleato. Grazie ad un buon telo isolante puoi risparmiare tempo e denaro, ridurre gli sprechi e limitare i costi di gestione di un impianto. È buona norma coprire la piscina ogni volta che non viene utilizzata, così impedisci allo sporco di entrare e salvaguardi lo stato dell’acqua.

Quali sono i vantaggi di usare una copertura invernale?

Durante i mesi più freddi la copertura invernale diventa davvero importante per proteggere l’impianto. In particolare:

  • Evita a foglie, piccoli insetti e altri detriti di finire nella vasca.
  • Previene la formazione di alghe e il deposito di particelle pesanti nel fondo dell’impianto.
  • Protegge la struttura dal gelo intenso e il rivestimento interno dall’azione dei raggi UV.

Se pozioni con cura il telo prima dell’arrivo del grande freddo, isoli la piscina, così a primavera non dovrai svuotare l’intera vasca, né effettuare grandi lavori di manutenzione per disincrostare il rivestimento interno.

Quali tipologia di copertura invernale è meglio scegliere?

Per proteggere il tuo impianto hai a disposizione diverse tipologie di coperture. Sono tutte valide ed efficaci, e rispondo ad esigenze diverse. Vediamole assieme:

Copertura invernale

Sono i teli isolanti più diffusi in assoluto, realizzati in tessuto armato, ultraleggeri, ma super resistenti. Garantiscono una tenuta perfetta ai raggi UV e alle intemperie. I sistemi di aggancio sono o con tubolari o con occhielli e picchetti. Qualsiasi sia il sistema di chiusura, assicurati che la copertura sia ben ancorata al suolo per non lasciar trapelare nemmeno una goccia di acqua piovana. Hai a disposizione diversi modelli tra cui scegliere, realizzati in PVC, rinforzati con il poliestere, adattabili a qualsiasi forma di impianto e trattati con alghicidi e fungicidi.

La copertura di sicurezza

È una copertura che si adatta a proteggere la struttura per tutto l’anno, svolgendo una doppia funzione: da una parte isola l’impianto, mentre dall’altra salvaguarda i tuoi cari. Questo telo, infatti, è pensato apposta per sostenere il peso di più persone contemporaneamente senza cedere. Realizzato in PVC rinforzato, viene montato su due binari che scorrono lungo i lati più lunghi della piscina e appoggia direttamente sull’acqua. Se lo desideri puoi anche installare la chiusura automatica, così con un semplice giro di chiave la copertura si riavvolge senza alcuna fatica. È la soluzione ideale se hai dei bambini o degli animali domestici, così puoi stare tranquillo anche quando non ci sei.

La copertura telescopica

Questa alternativa è ideale per chi desidera prolungare la stagione dei bagni. Funziona come una vera e propria serra, costituita da una robusta e leggera intelaiatura in alluminio e ricoperta da pannelli trasparenti che lasciano trapelare i raggi solari ma non permettono al calore di fuoriuscire. È disponibile in diverse dimensioni: i modelli più alti raggiungono i due metri circa permettendo così di camminare comodamente in posizione eretta. Grazie ad essa e ad un buon impianto di riscaldamento, potrai tuffarti in acqua anche quando le temperature iniziano a scendere. In ogni caso è un’ottima protezione anche contro il gelo ed è facile da montare e da spostare.

Hai deciso qual è la copertura più adatta alla tua piscina? Se desideri avere maggiori informazioni contatta il concessionario di Rete Piscine più vicino a te.

Prolunga il periodo dei bagni in piscina con la copertura telescopica

Piscina

Non appena arriva settembre, le giornate cominciano ad accorciarsi e la temperatura si fa più fresca. È un attimo e da un giorno all’altro il clima non è più abbastanza caldo per fare il bagno e tu devi, con rammarico, mettere a riposo l’impianto.

Le piscine interrate esterne, soprattutto per chi vive al nord, possono essere sfruttate per pochi mesi all’anno.

Non ti piacerebbe poter prolungare la stagione dei bagni?

La copertura telescopica: funzionale ed efficiente

Da marzo a novembre con una semplice mossa. Questo è il periodo in cui puoi tuffarti in piscina se doti la struttura di un sistema di riscaldamento e di una copertura telescopica. Niente male, considerando che diversamente il periodo di utilizzo si riduce a tre miseri mesi estivi.

Come funziona?

Le copertura telescopiche sono composte da un’intelaiatura leggera e resistente in alluminio e pannelli di policarbonato trasparente che permettono alla luce del sole di entrare, riscaldando in l’ambiente e impedendo al calore accumulato di uscire. Una sorta di serra che favorisce il mantenimento della temperatura interna anche quando fuori le temperature si abbassano.

Quali sono le caratteristiche?

Esistono diversi modelli e dimensioni, adatti ad ogni tipo di esigenza. Per quanto riguarda l’altezza, puoi scegliere tra diverse misure, le più alte ospitano comodamente le persone in posizione eretta, mentre, le più basse, svolgono la funzione di una normale copertura, ovvero proteggono e isolano l’impianto.

Ideale se vuoi prolungare la stagione dei bagni e cerchi una soluzione pratica è poco dispendiosa. Le coperture telescopiche sono facili da montare e si possono spostare facilmente grazie ad apposite ruote in teflon. Inoltre sono dotate di porte scorrevoli per un ingresso comodo e semplice. Sono personalizzabili a seconda dei gusti e ti consentono di creare un vero e proprio ambiente confortevole al loro interno.

Quali sono i vantaggi?

Sono davvero numerosi i vantaggi di una copertura telescopica, te ne accorgerai tu stesso, con un investimento minimo potrai approfittare di tanti benefici.

  • Svolge una doppia funzione: protegge la piscina dal gelo e dalle intemperie e, allo stesso tempo, permette di sfruttare la struttura più a lungo,
  • È leggera, pratica, facile da montare e spostare. Non richiede opere edili e lavori invasivi e in una semplice mossa può essere posizionata o rimossa.
  • È resistente e dura a lungo nel tempo, trattata con procedimenti a doc per non subire l’azione dei raggi UV o degli agenti chimici.
  • Può essere personalizzata per altezza e superficie, adattandosi così ad ogni tipologia di struttura senza alcuna difficoltà.
  • È possibile aggiungere pannelli scorrevoli e portefinestre per rendere più comodo l’accesso.
  • Grazie alla copertura telescopica crei un vero e proprio habitat attorno alla piscina e, se lo desideri, puoi sfruttare l’ambiente come serra e coltivare piante anche d’inverno.

È l’alternativa economica e pratica che cercavi per sfruttare la piscina più a lungo e prolungare la stagione dei bagni. Se sei interessato, ti consigliamo di contattare il rivenditore Rete Piscine più vicino a te.

Luci a led per una piscina scenografica

IMG_2495_renamed_14607

Una piscina interrata in giardino non è solo un investimento per la tua casa è la tua famiglia, ma un luogo unico e personale in cui trascorrere momenti di relax. Un impianto migliora la qualità del tempo che trascorri con i tuoi cari e valorizza l’abitazione in cui vivi. Ecco perché per assicurarti di sfruttare appieno la struttura è importante creare uno spazio su misura, pensato apposta per rispondere alle tue esigenze.

Per farlo, puoi contare su una vasta gamma di accessori diversi, dall’idromassaggio alla doccia solare, dalla pavimentazione per il solarium ai giochi d’acqua per i tuoi bambini. Insomma, c’è una scelta talmente ampia da riuscire ad accontentare anche i gusti più difficili. Tra tutti, però, c’è un accessorio che proprio non può mancare: il sistema d’illuminazione.

Perché installare un sistema d’illuminazione nella tua piscina?

Le luci cambiano l’aspetto di un impianto e creano l’atmosfera ideale per serate a bordo vasca e feste con gli amici. Grazie alle moderne tecnologie, oggi, è infatti possibile realizzare sequenze e giochi di luce suggestivi e scenografici. Puoi installare faretti dentro la vasca o sul bordo, posizionandoli dove preferisci, impreziosendo la struttura ed esaltandone dei particolari.

Oggi puoi davvero sbizzarrirti tra colori e intermittenze. Ma le luci non sono solo di bellezza. La cromoterapia sfrutta le variazioni cromatiche per apportare benefici al fisico e alla mente. Perché quindi non pensare di creare un angolo apposta per godere di questi vantaggi? Le soluzioni sono infinte soprattutto in fase di costruzione dell’impianto. Se hai una piscina già esistente, però, puoi comunque trovare delle alternative valide e di grande impatto.

Tecnologia a led: risparmio ed eleganza

Tra le diverse possibilità, il led è tra le più scelte e diffuse, per la sua versatilità e per la riduzione degli sprechi. Ad esempio il modello ad alto rendimento in classe energy saving dura da 50 a 100 volte di più rispetto ad una lampada ad incandescenza. Senza contare il risparmio, fino all’80-90% di consumi ridotti se confrontati ai sistemi di illuminazione tradizionali.

In più, i led sono disponibili in un’ampia gamma di colori che vanno dai gialli tradizionali fino ai blu e violetti più moderni. Un altro vantaggio è che puoi programmarli e gestirli da remoto, attraverso un telecomando o un sistema domotico.

Quali sono i benefici?

Se installi i led nella tua piscina potrai godere di aspetti come:

  • Abbattimento dei consumi di energia elettrica, fino all’80-90%
  • Minore manutenzione, in quanto hanno una vita fino a 100 volte più lunga dei normali sistemi di illuminazione
  • Minor inquinamento, i led riducono l’emissione di CO2 nell’ambiente rispetto alle lampade tradizionali e per questo sono annoverati tra le soluzioni green
  • Ampia possibilità di personalizzazione
  • Possibilità di programmare sequenze e fissare le ore di accensione e spegnimento

Le lampade a led sono la soluzione che stavi cercando per rendere la piscina un luogo personale e suggestivo. Grazie ad esse potrai creare affascinanti giochi di luce e dare un taglio agli sprechi. Se hai bisogno di maggiori informazioni chiedi al rivenditore Rete Piscine più vicino a te.