La tua piscina è un luogo sicuro?

pool-165929_640

È una bella fortuna poter disporre di una piscina interrata in giardino, un angolo personale di relax per tutta la famiglia. Affinché l’impianto sia davvero un luogo dedicato al divertimento è importante che sia prima di tutto un posto sicuro. La tua struttura lo è?

Quando hai una piscina devi pensare alla sicurezza di tutti, e soprattutto dei più piccoli e dei più indifesi, come i bambini e gli animali domestici. Sono loro che spesso e volentieri senza volerlo finiscono nei guai. Siccome non puoi tenerli d’occhio sempre, la soluzione migliore e dotare l’impianto degli accessori giusti per eliminare i rischi e poterti godere un po’ di meritata tranquillità.

Una piscina a prova di bambino

Ecco quali sono le principali accortezze a cui devi pensare per rendere la tua piscina un luogo sicuro:

  • Copertura di sicurezza. Il telo di sicurezza è pensato apposta per sostenere il peso di più persone adulte alla volta e per coprire la struttura tutto l’anno. In una sola mossa, quindi, proteggerai i tuoi cari e l’impianto. Realizzata con materiali di prima scelta, in PVC rinforzato, la copertura viene fatta scorrere sui binari installati ai bordi della vasca e appoggia direttamente sull’acqua. In questo modo non cede e assicura un’ottima tenuta al tempo e all’usura. Si apre e si chiude facilmente grazie ad un manico telescopico manuale o, se lo desideri, puoi scegliere d’installare una chiusura automatica. Così anche quando tu non ci sei, puoi stare tranquillo che nessuno cada nella vasca per errore.
  • Il solarium che resiste al bagnato. Uno dei rischi maggiori in piscina si corre quando la pavimentazione limitrofa alla struttura, bagnandosi, diventa scivolosa. Ci vuole veramente poco per cadere, una minima distrazione e sei a terra. Ecco perché le nuove piastrelle pensate per il solarium sono sottoposte a particolari trattamenti antiscivolo e antisdrucciolo, in modo tale da garantire una buona tenuta anche da bagnate.
  • Recinzioni e allarmi. Se la copertura l’hai già comprata e non hai voglia di sostituirla, ci sono altri modi per fare sì che nessuno finisca in acqua quando tu non ci sei. La soluzione più pratica ed economica è posizionare una recinzione lungo il perimetro della piscina. Gli ultimi modelli sono leggeri e facili da montare e smontare. In alternativa, se non ti piace l’idea di recintare l’impianto, puoi installare un allarme senza fili che si può controllare anche da remoto e che sorveglia l’intera area della struttura. Non appena qualcuno la oltrepassa inizia a suonare.
  • La doccia solare. Anche l’acqua dell’impianto che contiene prodotti chimici può rappresentare una minaccia per la salute della pelle. Alla lunga, le sostanze possono creare irritazioni fastidiose. Ecco perché vale la pena avere una doccia per sciacquare via i residui del cloro quando si è finito il bagno. È buona abitudine lavarsi anche prima di tuffarsi per evitare di inquinare l’acqua con residui di creme e oli solari.

Infine ricordati che per ridurre il rischio di spiacevoli incidenti è buona norma seguire piccole semplici regole: come non correre vicino al bordo vasca e non fare il bagno subito dopo mangiato. Se sei interessato a migliorare la tua sicurezza in piscina, rivolgiti al concessionario Rete Piscine più vicino a te.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *