piscina con giardino e palme

Aromaterapia in piscina: quali piante per il bordo vasca

piscina con giardino e palme

Per un’immersione totale nel relax a bordo piscina, segui la rotta del benessere dell’aromaterapia:  passa dal naso ma fa bene agli occhi, alla mente e al cuore. Bastano pochi accorgimenti per scegliere le piante giuste e trasformare i tuoi bagni in piscina in veri e propri viaggi alla fonte del benessere.

Aromaterapia a bordo vasca: come scegliere le piante

Il bordo vasca è un crocevia di bisogni: c’è chi entra e chi esce dalla vasca, chi si abbronza sdraiato sul lettino nell’area solarium e chi ama scambiare due chiacchiere spiaggiato sulla scalinata o seduto sul bordo con le gambe penzoloni a mollo.

Su tutti prevale il bisogno della riservatezza: è per questo che la progettazione del verde spesso predilige la tutela della privacy intorno al bordo vasca, con siepi tattiche e composizioni anti-paparazzi.

Senza una guida però, il rischio giungla è dietro l’angolo: per evitarlo, è meglio seguire 3 regole sempreverdi:

  • No a ombre sullo specchio d’acqua (siepi e alberi devono essere a distanza di sicurezza)
  • No a piante dalle foglie aghiformi (sono le più rischiose per la manutenzione dei sistemi di filtrazione dell’acqua)
  • No a piante con grandi fioriture (meglio preferire piante con foglie coriacee e fiori a grappolo, che sono in media più pesanti e rischiano meno di essere trasportati dal vento sulla superficie dell’acqua).

Con queste coordinate e un minimo di pollice verde la scelta delle piante aromatiche diventa una passeggiata.

La top 5 delle piante aromatiche “piscina-proof”

Senza andare troppo lontano alla ricerca della pianta aromatica sperduta, ecco cinque esempi facili da trovare, belli da vedere e buoni da respirare.

Lavanda

Piccola, perenne, con la tipica spiga colore lilla, icona dell’immaginario collettivo sulla Provenza. La pianta non raggiunge mai grandi dimensioni – al massimo arriva a mezzo metro – ma si sviluppa molto in larghezza: l’ideale è sfruttarla per limitare i viali d’accesso e le bordature a siepi e aiuole.

La lavanda è rinomata per le sue proprietà calmanti, rilassanti e analgesiche: viene usata per combattere insonnia, reumatismi e mal di testa. I fiori poi, una volta secchi, possono essere raccolti e conservati in sacchetti per profumare cassetti e armadi e sfruttare i benefici anche dentro casa per tutti i mesi dell’anno.

Rosmarino

Perenne e coriaceo, è un arbusto resistente che non richiede particolari attenzioni e si trasforma in un potente alleato contro le zanzare se piantato a bordo vasca.

Il rosmarino aiuta a migliorare la memoria, facilitando la concentrazione mentale: utilizzato in cucina, aiuta la digestione e riduce il gonfiore oltre ad essere un ottimo antiossidante e antisettico.

Menta

Perenne e resistente, la menta ama tanto il sole quanto l’acqua. Innaffiarla con costanza tutti i giorni è sì un impegno, ma ne vale la pena.

La menta è un disinfettante naturale e le sue proprietà vasodilatatrici lo rendono un buon sedativo contro tosse e raffreddore.

Un vantaggio collaterale di averlo a bordo vasca? Il tocco di classe di usare la menta fresca per un aperitivo improvvisato in piscina!

Basilico

È il re dell’estate, l’ingrediente che fa la differenza dentro e fuori la cucina.

Sapevi che strofinare le foglie di basilico sulla pelle allontana le zanzare?

Il basilico agisce sui dolori reumatici e sulle articolazioni, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, ma ha anche effetti benefici sull’apparato digerente e sul sistema nervoso, ed è un toccasana per chi soffre di emicrania e insonnia.

Gelsomino

Rampicante dall’odore inconfondibile, si presta bene a sfruttare pareti o superfici verticali, trasformandole di fatto in giardini verticali belli da vedere e buoni di respirare.

Il gelsomino ha proprietà calmanti e distensive al punto tale da essere utilizzato anche in percorsi fitoterapici contro ansia e depressione. Poche gocce di olio essenziale e ritorna l’ottimismo! Non è un caso, infatti, che il suo profumo sia considerato afrodisiaco.

Il nostro viaggio nel mondo aromaterapico finisce qui.

Adesso inizia il tuo!

In base agli spazi a disposizione, puoi decidere di organizzare delle aiuole aromaterapiche vicino alla tua piscina, oppure posizionare qualche vaso strategico nella zona solarium.

E ricorda: l’aromaterapia continua anche d’inverno, insieme a tutti i vantaggi di  una spa dentro casa!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *