4 cose da pensare prima dell’acquisto di una piscina interna

Untitled-1

Avere una piscina interna è l’ideale per poter godere tutto l’anno di un angolo di pace e relax in cui trascorrere momenti piacevoli in compagnia dei propri cari e in cui potersi svagare dopo una giornata impegnativa.

Le piscine interne non sono un lusso per pochi

Grazie alle tecniche di costruzione all’avanguardia, oggi le strutture interne non sono un lusso che solo in pochi possono concedersi. I moderni materiali, quali l’acciaio, permettono di realizzare impianti di ottima fattura ad un giusto costo. Le tecnologie e l’esperienza, poi, consentono di montarli praticamente ovunque. Così puoi pensare anche tu di regalarti una piscina da utilizzare tutto l’anno!

Cosa devi valutare prima dell’acquisto?

Prima di acquistare una struttura interna ci sono alcuni aspetti da tenere presente. Vale lo stesso per una piscina esterna, ma per quanto riguarda gli impianti interni, il discorso diventa più delicato trovandosi appunto all’interno dell’ambiente abitativo.

Il locale

L’aspetto che appare subito palese ed evidente è dove vuoi collocare la struttura? Ormai non ci sono più limiti particolari, le piscine possono essere costruite praticamente ovunque, sulla veranda o nel seminterrato. Valuta, però, le dimensioni. Un locale dalla forma particolare richiede di adattare la vasca e di personalizzare la struttura, ma non sempre è possibile. Per chi non dispone di tanto spazio e ha un budget contenuto, può optare per una minipiscina idromassaggio, una struttura di dimensioni ridotte con tutti i comfort di una spa.

L’umidità

La principale problematica delle piscine interne è l’umidità che si crea nel locale che ospita la struttura. Al fine di mantenere un ambiente salubre è fondamentale dotare la stanza di un umidificatore in grado di regolare la percentuale di acqua nell’aria e di tenerla sotto controllo. Un ambiente troppo umido, oltre a non essere salutare per noi, rischia di danneggiare le pareti dell’abitazione portando alla formazione di muffe che a lungo andare possono far marcire i muri.

L’areazione

Una piscina interna può essere utilizzata tutto l’anno e anche se d’inverno, per ovvie ragioni, devi tenere l’ambiente chiuso, nella bella stagione potrebbe venirti voglia di lasciare entrare l’aria da fuori. Un’ottima soluzione è quella di collocare l’impianto in un locale chiuso ma provvisto di portefinestre che all’occorrenza possono essere spalancate.

L’illuminazione

Un altro aspetto essenziale per un impianto interno è l’illuminazione. Per godere al meglio di una struttura devi dotarla di un sistema di luci efficiente e pratico. Il consiglio è quello di istallare i faretti a Led a basso consumo che durano a lungo e necessitano di poca manutenzione, ma di crear anche dei punti luce alternativi per realizzare atmosfere più intime e raccolte.

Il consiglio in più

Per istallare una piscina interna nella tua abitazione ti consigliamo di rivolgerti a dei veri professionisti seri e competenti, che ti seguano passo, passo in ogni momento e che ti sappiano consigliare. Solo così potrai avere una struttura in poco tempo e senza troppo stress per te, che durerà a lungo negli anni aumentando il valore del tuo immobile e migliorando la qualità di vita tua e della tua famiglia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *