L’importanza dell’impianto di deumidificazione in una piscina interna

piscine interne

Una piscina interna è un rifugio prezioso per tutto l’anno, soprattutto durante l’inverno quando le temperature non permettono di stare fuori. I benefici di avere un impianto al chiuso sono evidenti, a cominciare dal fatto che ne puoi usufruire per trecentosessantacinque giorni consecutivi. Puoi allenarti anche nei mesi più freddi e puoi rilassarti con la tua famiglia e trascorrere piacevoli momenti di relax assieme ai tuoi amici in ogni stagione. Una struttura al chiuso non deve essere protetta nel periodo invernale o riaperta in primavera e in ogni momento, non importa quale sia la condizione meteorologica, è disponibile per un tuffo.

Se hai lo spazio necessario, la piscina interrata all’interno della tua abitazione può essere un investimento per tutta la famiglia in grado di incrementare il valore del tuo immobile, ma soprattutto di aggiungere qualità al tempo che trascorri con i tuoi cari.

L’importanza del sistema di deumidificazione in una piscina interna

Le strutture interne sono sicuramente una scelta d’eleganza e d’impatto per la tua abitazione. Per poter essere sfruttate al meglio e in tutta sicurezza, però, necessitano di attenzione e cura sia nella gestione che nella manutenzione. Se stai pensando di acquistare una piscina interna, allora è bene considerare in anticipo alcuni aspetti.

Per prima cosa, ti devi occupare della salubrità dell’ambiente. Hai scelto il locale? Si. È sufficientemente grande per ospitare una struttura? Bene. Ora, bisogna predisporlo affinché possa ospitare la piscina. Uno dei principali problemi quando s’installa un impianto al chiuso è dato dall’umidità. Se non viene tenuta sotto controllo e regolata con un’apposita strumentazione, l’aria diventa troppo umida favorendo la proliferazione di germi e batteri. Non solo! Alla lunga, l’eccessiva umidità intacca i muri e penetra nelle pareti, causando danni strutturali all’abitazione. Ecco quali sono i principali problemi che possono generarsi:

  • Insorgere di cattivi odori,
  • Mancanza di igiene nella vasca
  • Formazione di muffe e batteri
  • Deterioramento e corrosione di materiali

Non c’è da scherzare dunque! Per evitare ogni possibile danno, i valori giusti dovrebbero aggirarsi tra:

  • 26-30 gradi per quanto riguarda la temperatura dell’acqua
  • 26-30 gradi per quanto riguarda la temperatura dell’aria
  • 60-70% per l’umidità relativa dell’aria.

La soluzione, però, è a portata di mano. Basta istallare un buon deumidificatore per risolvere il problema e garantire un ambiente igienico e salubre.

Come scegliere l’impianto di deumidificazione giusto per la tua casa

Intanto devi sapere che la scelta dell’impianto di deumidificazione dipende da fattori strutturali dell’immobile come la presenza di vetrate o l’isolamento delle pareti. Ecco perché è sempre meglio rivolgersi ad un esperto per farsi consigliare. Solo un tecnico può valutare con esattezza quale modello è più adatto al locale e quale viene incontro alle tue esigenze.

Oggi esistono deumidificatori ad un giusto prezzo che garantiscono ottime performance. Sono compatti e silenziosi, dal design semplice e lineare, pensato apposta per non stonare in qualsiasi luogo vengono istallati. Gli ultimi modelli hanno il sistema di riscaldamento integrato che consente di regolare, oltre all’umidità, anche la temperatura dell’aria, per una gestione più facile e immediata!

Se desideri saperne di più, rivolgiti al rivenditore Rete Piscine più vicino a te!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.